Che cos’è una dashboard?

Una dashboard (tradotto “cruscotto” in italiano) è una schermata che ti permette di monitorare in tempo reale l’andamento dei report e delle metriche aziendali più importanti per il tuo business. Le dashboard permettono ai reparti marketing e vendite di essere sempre allineati in merito ai dati più importanti.

Ovviamente ogni azienda dovrebbe averne una per i seguenti motivi:

  • misurare le prestazioni, in particolare in termini di marketing e vendite;
  • prendere velocemente decisioni ed agire di conseguenza;
  • rendere i dati accessibili a colpo d’occhio;
  • allineare i vari team sugli stessi obiettivi.

Come fare una dashboard?

Il segreto per impostare una dashboard è creare prima un piano di misurazione. Senza un piano di misurazione sarebbe come andare alla cieca nel tuo business.

Non potremmo sapere:

  • quali strategie sono in atto
  • la connessione agli obiettivi chiave
  • le prestazioni e gli impegni delle strategie

Il piano di misurazione

Quindi il metodo corretto per implementare le dashboard è creare prima un piano di misurazione, implementarlo a livello tecnico sia sul tuo progetto web che sul tuo Google Analytics e infine estrarre le informazioni tramite strumenti per creare le dashboard.

Il Piano di misurazione è costituito da 5 passi:

  • Obiettivi
  • Strategie e tattiche
  • KPI
  • Segmenti
  • Target

Obiettivi

Gli obiettivi devono essere: fattibili, comprensibili, gestibili e devono portare ad un beneficio.

Strategie e tattiche

Esplicitiamo le strategie e le tattiche ideate e messe in atto per raggiungere l’obiettivo che ci siamo prefissati.

KPI

Definiamo i Key Performance Indicator, ovvero le misurazioni delle strategie e tattiche.

Segmenti

Non solo occorre monitorare cosa fanno le persone sui nostri progetti digitali, ma serve sapere a quale segmento appartengono, a quale sottoinsieme o a quali condizioni corrispondono. Fascia di età, sorgente di traffico, città, dispositivo mobile o desktop, pubblico maschile o femminile, etc.

Target

Il Target è inteso non come pubblico a cui rivolgersi, ma come dimensionamento degli obiettivi. Sono i valori numerici che hai predeterminato come indicatori di successo.

I target devono essere ben definiti, fattibili e soprattutto delimitati entro un arco temporale.

I passi da seguire per la realizzazione di una dashboard:

  • identificare la tipologia di business
  • individuare i destinatari
  • determinare le tipologie di dashboard

La tipologia di business

Che tipo di progetto hai? Hai un sito web aziendale, un e-commerce, delle landing page?

Ogni business ha le sue caratteristiche e ha bisogno della sua dashboard.

I destinatari

È importantissimo pensare a chi dovrà consultare le dashboard, perché ogni figura avrà dei ruoli specifici e delle competenze diverse. Ad esempio, un direttore avrà bisogno di una panoramica dell’andamento del proprio progetto, senza entrare troppo nei dettagli tecnici a differenza invece del data analyst che dovrà avere tutto a disposizione con approfondimenti sui vari ambiti. Chi fa SEO avrà bisogno di avere tutti i dettagli sul traffico, sulle top keyword e sui contenuti più efficaci sui motori di ricerca. Infine il marketer dovrà avere il pieno controllo delle varie azioni sia a livello organico sui motori di ricerca, sia tramite annunci a pagamento, campagne, DEM fino ad arrivare ai social dove servirà una dashboard dedicata.

Tipologie di dashboard

Una dashboard che va benissimo per la maggior parte siti e Google Data Studio perché è perfettamente integrata con gli altri strumenti di Google ed è in continua evoluzione.

Recommended Posts

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *